I ponti di Kadye

"Free Ebrei", VI, 2, ottobre 2017



I ponti di Kadye. La giornata europea della cultura ebraica a Cagliari (9-10 settembre 2017)





Abstract
Alessandro Matta (Fondazione Associazione Memoriale Sardo della Shoah) summarizes the first Jewish Culture Day in Cagliari and the presentation of Kadye Molodowsky's lyrics, translated into Italian by the late Sardinian Yiddishist Alessandra Cambatzu and Sigrid Sohn




Si è tenuta nel pomeriggio del 9 settembre scorso, attorniata dalle eleganti ed alte mura della Fondazione Siotto di Cagliari, la prima presentazione a Cagliari del libro di poesie yiddish di Kadye Molodowsky, raccolte in un bel volume a cura della rivista e associazione culturale “Free Ebrei” di Torino.

La serata, aperta da una introduzione di Mario Carboni, presidente della Associazione Chenabura/Sardos Pro Israele che ha curato insieme all’Associazione Aleph-Yod Sardegna Ebraica un ricco calendario di iniziative per la giornata europea della cultura ebraica svoltesi il 9 e il 10 Settembre, ha visto la partecipazione di Vincenzo Pinto, direttore e fondatore di Free Ebrei, nonché storico accreditato, e di Maria Luisa Pinna, direttore dell’Acit-Associazione Culturale Italo-Tedesca di Cagliari, nonché docente di lingua e letteratura Tedesca ed esperta germanista.

Durante la serata  si è ricordata anzitutto la grande figura di Alessandra Cambatzu, studiosa yiddish di origini sarde, purtroppo recentemente scomparsa, al cui lavoro si deve la traduzione di questo bellissimo testo. E’ stata inoltre ricordata l’interessante iniziativa del concorso scolastico per componimenti in lingua yiddish di nome “I ponti di Alessandra”, progetto che già in Germania ha visto tantissimi studenti delle scuole superiori impegnati nella traduzione di brani di letteratura yiddish, e che durante quest’anno scolastico, grazie alla disponibilità e alla professionalità della professoressa Maria Luisa Pinna e dell’Acit, approderà in alcune classi dei Licei Linguistici della capitale Sarda.

Durante la serata, chi ha assistito alla presentazione ha potuto ascoltare, dalle parole di due grandi esperti, che cosa è effettivamente questa lingua yiddish, qual è la sua nascita, quale è stato il suo sviluppo, e quanto, purtroppo, oggi questa sia una lingua quasi entrata in disuso, parlata da pochissime persone in tutto il mondo, ma che porta con sé un patrimonio di cultura, di letteratura, di musica, di teatro, di cinema (ma perché non provare, per la serata, a unire al tutto anche qualche proiezione di qualche capolavoro del cinema yiddish degli anni ‘20-’30? In quanti sanno che esiste una filmografia del cinema yiddish che ammonta forse a un migliaio di titoli?)  e di arte incredibile e che non va dimenticato, ma piuttosto protetto e tutelato con lavori notevoli quali quelli della studiosa Alessandra Cambatzu e dell'associazione Free Ebrei.

Anche per questo chi ha partecipato alla serata della presentazione, non solo ha potuto ascoltare alcuni brani di poesie in Italiano, ma ha avuto anche il grande privilegio di ascoltare alcune registrazioni audio contenenti le letture originali delle grandi liriche della Molodowsky in yiddish, e il suono di questa grande lingua, oggi relegata alle comunità ebraiche ultra-ortodosse originarie dell’est europa di qualche abitazione di New York o Gerusalemme.

Dice un detto ebraico che nessuno è mai “morto” davvero fin quando il suo ricordo non è del tutto obliato.

Tale detto, secondo me, va esteso anche agli eventi, alla storia, e alla storia di una lingua come quella yiddish e alla cultura a essa collegata.

E la sala piena della Fondazione Siotto, con tutti i suoi ascoltatori attenti e pieni poi anche di domande per i relatori, ha dimostrato che in questa direzione si sta facendo la cosa giusta.

Un grazie a Vincenzo Pinto, a Maria Luisa Pinna, e a tutti quanti stanno collaborando per rendere viva ed attuale una lingua così piena di vita e di cultura. E speriamo che sia solo la prima di una serie di grandi iniziative relative alla cultura yiddish sul territorio sardo.






Casella di testo

Citazione:

Alessandro Matta, I ponti di Kadye. La giornata europea della cultura ebraica a Cagliari (9-10 settembre 2017), "Free Ebrei. Rivista online di identità ebraica contemporanea", VI, 2, ottobre 2017

url: http://www.freeebrei.com/anno-vi-numero-2-luglio-dicembre-2017/i-ponti-di-kadye






Steegle.com - Google Sites Like Button

Steegle.com - Google Sites Tweet Button



Comments