Kulbak, Gli Zelmenyani

Nel cortile fondato da reb Zelmele si susseguono le generazioni dei suoi discendenti, gli Zelmenyani. Sarti, orologiai, Luftmenschen solo apparentemente appartengono al “solito” shtetl, perché devono fare i conti con la più grande rivoluzione mai avvenuta (quella d'Ottobre) e con la realizzazione del comunismo. Mentre i “vecchi” sono tenacemente attaccati alle loro tradizioni, i giovani aderiscono entusiasticamente ma acriticamente al nuovo credo. Da questo contrasto nascono una serie di avventure e situazioni tragicomiche assolutamente nuove e originali all’interno della produzione in lingua yiddish del XX secolo.


Moyshe Kulbak (1896-1937), scrittore ebreo bielorusso in lingua yiddish, autore di poemi, racconti fantastici e “mistici” e di satire “sovietiche”, è morto durante le purghe staliniste del 1937.


Le curatrici Alessandra Cambatzu e Sigrid Sohn metto a disposizione del pubblico italiano un'anteprima unica di questo romanzo-affresco di un mondo in fase di transizione e distruzione, anticipando in qualche modo gli effetti dell'altro totalitarismo novecentesco (quello nazista), intento a distruggere le “razze” invece delle “classi sociali”.


Il romanzo è disponibile in ebook sulle principali piattaforme web a 1,99 euro.


È anche possibile chiederne la stampa on-demand alla cifra di 15 euro (comprese le spese di spedizione). I pagamenti anticipati vanno effettuati su paypal a: disterrada@gmail.com




Steegle.com - Google Sites Like Button

Steegle.com - Google Sites Tweet Button


Comments