La collana Antisemitica / Antisemitica Series

La collana "Antisemitica" contiene lavori dedicati al tema dell'antisemitismo. Il concetto di antisemitismo non può che partire dal suo omologo: il semitismo. La civiltà occidentale è il frutto della confluenza fra il mondo semitico e quello greco-romano, poi sintetizzata dal cristianesimo. Nel corso dei secoli, il tema delle origini semitiche è stato declinato in vari modi, tutti però generalmente critici verso il padre putativo orientale. Il cristianesimo avrebbe universalizzato e umanizzato l'ebraismo: sulla base di questa tesi, sono stati condotti lavori e sono state create ideologie apposite contro gli ebrei.

Dopo la fine della Seconda guerra mondiale, le correnti antisemitiche sono state placate e foraggiate solo marginalmente. Oltre cortina, quantomeno, parlare di semiti è diventato un tabù. Lo Stato di Israele, sostenuto dall'ideologia sionista, si è posto come difensore degli ebrei in tutto il mondo, sostenendo una visione dicotomica della condizione ebraica. Il conflitto mediorientale, la cortina di ferro e i rigurgiti di nostalgici hanno fatto in modo che emergessero lavori spesso dettati dal risentimento o dall'odio degli apologeti o dei detrattori e non da una sana ed equilibrata comprensione delle cose nel loro insieme.

L'obiettivo della collana è quello di mettere a disposizione dei lettori i testi di autori poco noti o studiati in modo stereotipato, nonché di dare spazio a lavori di analisi e di critica ad ampio raggio. Qui non si fa politica ma Politica nel senso più alto e nobile del termine. Perché la meta della collana "Antisemitica" non è la difesa del "semitismo", ma la comprensione delle correnti culturali storiche.

 

 


Volumi della collana

 

1) August Julius Langbehn, Spirito e lettera. Figure alate nell'arte greca arcaica (settembre 2015) (ISBN 978-88-940324-1-3)

 


"Anti-Semitica" series contains works dedicated to the theme of anti-Semitism. The concept of anti-Semitism can only start from its counterpart: the Semitism. Western civilization is the result of the confluence of the Semitic and the greek-Roman world, then synthesized by Christianity. Over the centuries, the theme of the Semitic origins has been applied in various ways, but all generally critical of the putative eastern father. Christianity would have universalized and humanized Judaism: on the basis of this thesis were conducted works and created special ideologies against the Jews.
After the end of the Second World War, anti-Semitic currents were buried and foraged only marginally. Behind the Iron Curtain, at least, talk about Semites became a taboo. The State of Israel, supported by Zionist ideology, has set itself as a defender of the Jews throughout the world, supporting a dichotomous view of the Jewish condition. The Middle East conflict, the Iron Curtain and the resurgence of nostalgic have made sure that the work often emerge dictated by resentment or hatred apologists or detractors and not by a healthy and balanced understanding of things together. 
The aim of the series is to make available to the readers the texts of authors little known or studied in a stereotyped way, and to make room for the work of analysis and criticism broad. This is not politics but policy in the highest and noble sense of the term. Because the goal of "Antisemitica" series is not the defense of "Semitism", but an understanding of current cultural history.


Volumes of the series

1) August Julius Langbehn, Spirito e lettera. Figure alate nell'arte greca arcaica (settembre 2015) (ISBN 978-88-940324-1-3)

 

Comments